Disturbo ossessivo – compulsivo

Il disturbo ossessivo – compulsivo (DOC) è caratterizzato dalla presenza di ossessioni, compulsioni o entrambi. Circa una persona su 50 ne soffre.

Cos’è un’ossessione?

Pensieri, immagini o impulsi ricorrenti e persistenti vissuti come intrusivi e indesiderati.

Cos’è una compulsione?

Comportamenti ripetitivi (per esempio lavarsi le mani, riordinare e controllare) o azioni mentali (ad esempio pregare, contare, ripetere parole mentalmente) che la persona si sente obbligata a mettere in atto in risposta a un’ossessione o secondo regole che devono essere applicate in modo rigido. Sono detti anche “cerimoniali” o “rituali”.

Le ossessioni e le compulsioni riguardano spesso tematiche precise:

  • pulizia: paura di essere contaminati da germi
  • simmetria: ripetizione, ordine e conteggio
  • pensieri proibiti e tabù: aggredire qualcuno, farsi del male, pensieri sessuali, religiosi e blasfemi
  • danno: timore di arrecare danno a se stessi o agli altri.

La presenza di ossessioni e compulsioni comporta un’intensa sofferenza e interferisce con le attività quotidiane.

Trattamento

Uno degli interventi psicologici di maggiore efficacia è l’Esposizione con Prevenzione della Risposta.

Tale tecnica comporta l’esposizione della persona a situazioni che provocano le ossessioni e il paziente non mette in atto le compulsioni lasciando che l’ansia cali fisiologicamente.

Si lavora inoltre sulla modificazione dei pensieri e su una più efficace gestione delle emozioni, in particolare la paura e il senso di colpa.

Phone: 342 0048051
Via Riccardo Grazioli Lante 15A, 00195 Roma (RM)